AIC

AIC cresce! Dal 14 Dicembre 2019 è attiva la nuova sede a Morano Calabro, bellissimo borgo della Calabria in provincia di Cosenza.
AIC Morano Calabro raccoglie le energie e l’iniziativa di due giovani, Francesco Maffei e Francesco Marzano, coadiuvate dall’esperienza cinquantennale dell’Associazione Italiana Coltivatori.
Sabato 14 Dicembre alle ore 18,00 a fare gli onori di casa sarà il Sindaco Nicolò De Bartolo, insieme al Presidente AIC Nazionale Giuseppino Santoianni. Interviene anche il Presidente del Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra.

Manteniamo l’impegno preso con i lavoratori che si rivolgono a noi in cerca di sostegno: il Parlamento deve agire istituendo la Commissione d'inchiesta in merito a sicurezza sul lavoro e sfruttamento”. Così il Presidente di AIC – Associazione Italiana Coltivatori, Giuseppino Santoianni.

Condividiamo l’allarme lanciato dal senatore Tommaso Nannicini dalle pagine di “la Repubblica”, di fronte al quotidiano stillicidio di morti e feriti sul lavoro che insanguinano l’Italia, l’immobilismo della politica indigna profondamente”, prosegue Santoianni.

“Si tratta per di più di un terreno dove provvedimenti mirati e l’attenzione mediatica che la politica può dare fanno la differenza. Lo abbiamo visto con la Legge 199/2016 per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento del lavoro. A distanza di tre anni sappiamo che i controlli per il reato di caporalato sono aumentati del 260% con oltre 28mila aziende controllate, 756 persone denunciate delle quali 164 arrestate, 5 mila denunce in materia di sicurezza sul lavoro e 30 milioni recuperati da evasioni contributive. Ora è il momento di fare dei passi avanti, rafforzando in modo determinante i controlli e agendo su prevenzione e formazione. Per tutto questo è indispensabile la Commissione d’inchiesta, i cittadini italiani devono sapere quali sono le ramificazioni di questo male che affligge il mondo del lavoro e come lo si vuole contrastare”.