Patronato ENCAL-INPAL

L’indennità accompagnamento è una prestazione economica che viene erogata dall’Inps a favore degli invalidi civili. In particolare tale beneficio è destinato a coloro a cui viene riconosciuta un’invalidità al 100% e ai soggettimutilati nel caso in cui non siano in grado di deambulare senza accompagnatore o non siano in grado di svolgere in autonomia le azioni di vita quotidiana.
Di seguito vediamo quali sono i requisiti, l’importo e le modalità per presentare domanda per quanto riguarda l’indennità di accompagnamento 2016.

Requisiti
Per potere ottenere l’indennità di accompagnamento 2016, e quindi usufruire della prestazione economica erogata dall’Inps, è necessario rispettare i seguenti requisiti:
• invalidità 100% per malattie fisiche o psichiche;
• impossibilità ed incapacità alla deambulazione, ossia essere nell’impossibilità di svolgere azioni quotidiane senza l’aiuto continuo di un accompagnatore;
• essere cittadini italiani oppure stranieri comunitari iscritti all’anagrafe del Comune di residenza, cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno da almeno 1 anno;
• avere residenza stabile ed abituale in Italia.

L’indennità di accompagnamento 2016 non viene invece riconosciuta agli invalidi ricoverati gratuitamente presso istituti di ricovero per più di 30 giorni e che percepiscono un’indennità analoga a quella di invalidità, ossia che siano titolari di pensione di inabilità per causa di guerra, lavoro o di servizio, quando l’importo è superiore a quello previsto per l’indennità di accompagnamento 2016.

L’importo aggiornato
L’importo dell’indennità di accompagnamento viene aggiornato annualmente dall’Inps. Per quanto riguarda l’indennità di accompagnamento l’Ente di previdenza nazionale ha pubblicato le tabelle aggiornate con la circolare n. 210 del 31 dicembre 2015. L’importo è pari a 512,34 euro per 12 mesi. A differenza della pensione di invalidità 2016, per quanto riguarda l’indennità di accompagnamento non sono previsti limiti di reddito.

Come presentare la domanda
Per richiedere l’indennità di accompagnamento 2016 occorre seguire il seguente iter procedurale:
• chiedere al medico di famiglia il rilascio di un certificato medico che attesti la percentuale di invalidità riconosciuta dalla Commissione medica;
• trasmettere quindi l’apposito modulo di domanda dell’indennità di accompagnamento all’Inps. E’ possibile procedere alla trasmissione rivolgendosi al nostro Caf o al nostro patronato ENCAL INPAL della tua provincia;
• una volta trasmessa la domanda per l’indennità di accompagnamento, l’Inps fisserà una visita medica presso la Commissione medica Asl.