27/10/2014

La legge di stabilità 2013, precisamente l’art. 1 comma 512 legge 24/12/2012 n. 228, aveva disposto che per il triennio dal 2013 al 2015, la rivalutazione dei redditi dei terreni doveva essere del 15%, ridotta al 5% per terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti o Imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

 

La suddetta legge è stata sostituita dal D.L. 24/06/2014 n. 91 art. 7 comma 4, convertito nella legge 11/08/2014 n. 116, stabilendo una nuova rivalutazione dei terreni agricoli come elencati di seguito:

 

– del 15% per gli anni 2013 e 2014;

 

– del 30% per l’anno 2015;

 

– del 7% per gli anni a decorrere dal 2016;

 

Per terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali:

 

– al 5% per gli anni 2013 e 2014;

 

– al 10% per l’anno 2015.

 

Le variazioni saranno applicate già a partire dal versamento di acconto IRPEF 2015.

 

Per qualsiasi chiarimento potete rivolgerVi alle sedi Territoriali AIC – INPAL.